Sei Pronto ad Entrare nel Nuovo Mondo?

Written by on 25 Ottobre 2016

Carissimo amico e gentilissima amica,

vista l’importanza del momento che tutti abbiamo la fortuna di vivere (leggi il mio post IL DESTINO DELL’UMANITA’), prenditi qualche minuto di relax e leggi con estrema attenzione questo mio messaggio scritto con il cuore. Voglio offrirti il mio personale punto di vista, maturato dopo anni di studi e di ricerche sul campo della crescita, dello sviluppo personale e della spiritualità che ho acquisito grazie al mio lavoro fatto con i più grandi maestri dei nostri tempi, nel caso specifico, con Gregg Braden. Gregg, oltre ad essere uno scienziato e un geologo d’eccezione, è uno dei pochi personaggi che ho conosciuto che ha la capacità di fondere scienza, tradizione e spiritualità e che ha permesso a tantissime persone, incluso il sottoscritto, di aprire gli occhi sulla realtà del mondo in cui viviamo e su quello che sta realmente accadendo in questo momento. Gli studi e le ricerche di Gregg Braden sono stati per me fondamentali per la realizzazione di tutto il Munay – System for Life®, un sistema e un metodo esclusivo che ho creato e che insegna le competenze del cuore, la nostra parte più autentica, per trasformare la nostra vita e renderla quella che abbiamo sempre sognato.

Per una più facile comprensione su ciò che ti sto per dire, renderò schematico il mio messaggio.

  1. La saggezza dei popoli antichi.

Da ricerche scientifiche moderne che lo confermano, occorre dare un riconoscimento a quello che senza dubbio rappresenta il più sofisticato conseguimento del popolo dei Maya: il calcolo del tempo e dei cicli cosmici, effettuato mediante il ricorso ai loro calendari. Questo antico popolo inseguiva i cicli temporali e gli eventi celesti che si verificano durante tali cicli. Detto in termini più spiccioli, loro erano interessati a conoscere non solo la durata dei cicli cosmici e della terra, ma anche a tutti quegli eventi naturali che si verificavano durante i cicli e su alcuni, di questi, che facessero loro comprendere la fine di un ciclo e l’inizio di un altro. Il 21 dicembre 2012 è terminato  un ciclo, durato 5.125 anni, considerato la 5° epoca mondiale e la terra è entrata nella 6° epoca mondiale.

Cosa significa tutto questo? Cosa sta veramente succedendo in questo momento? E perché è importante essere consapevoli di ciò che sta accadendo?

Esiste un campo magnetico al centro della nostra galassia e in base all’orbita della terra, intorno a questo campo magnetico, si ha un influenza più o meno potente del livello di energia che c’è sul pianeta in cui viviamo. Ogni qualvolta termina un ciclo, il livello di energia che c’è sulla terra, per effetto della sua orbita, viene influenzato in maniera molto più intensa, causando così una serie di effetti sia sul pianeta che su noi esseri umani. Tutti sappiamo che c’è un campo di energia che ci connette gli uni agli altri e con tutto ciò che ci circonda. Sappiamo anche, che questo campo di energia , influenza i nostri stati di coscienza e che i nostri stati di coscienza riescono ad influenzare questo campo di energia. Fondamentalmente questa energia non è né buona e né cattiva, e a nostra disposizione per essere utilizzata. E sarà su come sceglieremo di utilizzare questa energia potente, in questo momento storico che stiamo vivendo, che realizzeremo il destino per noi e le generazioni future. Stati di coscienza sintonizzati sul terrore, sulla paura, sul conflitto e sulla competizione, riescono ad influenzare questo campo di energia (il campo magnetico della terra) provocando una serie di eventi naturali e non che sono sulla stessa frequenza: guerre, attentati, terrorismo, terremoti e catastrofi. Viceversa, stati di coscienza sintonizzati sull’amore, sulla fiducia, sull’altruismo e la cooperazione riescono ad influenzare il campo magnetico della terra, generando una serie di eventi naturali e non che sono sulla stessa frequenza: pace, riconciliazione, unione, libertà, possibilità, opportunità, crescita, interessi comuni e cooperazione.

Con ogni nuovo ciclo, i Maya sapevano che avremmo dovuto sviluppare un nuovo modo di essere. Molta gente ha interpretato la data finale del 2012 del calendario maya come se stesse a indicare la fine del mondo. Una comprensione più profonda delle tradizioni maya, tuttavia, ci rivela che non si tratta della fine del mondo in sé; si tratta piuttosto della fine di un’era del mondo, che porta con sé la fine di uno stile di vita. Ma proprio alla fine di ogni cosa troviamo l’inizio del nuovo ciclo che viene dopo, la fine del nostro ciclo di era mondiale rappresenta l’inizio del nuovo ciclo che lo segue: è la nascita di un nuovo mondo. Questo vuol dire che non possiamo più tornare indietro nel mondo del passato, perché non esiste più. si è trasformato davanti ai nostri occhi mentre stavamo facendo la transizione, in piena vista.

Ecco la chiave per comprendere il messaggio dei Maya sul tempo. Il mondo nel quale siamo cresciuti, dove ci siamo sentiti sempre più a nostro agio e al quale ci siamo abituati, non ha mai rappresentato una destinazione per noi. Non sarebbe mai potuto durare come modo di essere permanente, poiché semplicemente non è mai stato sostenibile. Il mondo del 20° secolo ha rappresentato un trampolino, un punto che dava il via a una curva di apprendimento che ci ha condotti verso un diverso stile di vita. Se dubitiamo che ciò sia vero, ci basta solo pensare a come fossero gli stili di vita del passato per renderci conto che i giorni di un litro di benzina normale a mille lire sono finiti. Sono finiti anche i valori e la lealtà che davano forma ai nostri posti di lavoro, alle nostre famiglie e alla modalità di indipendenza e separatezza entro la quale concepivamo noi stessi. La vita di oggi ci sta trasportando in una direzione: in avanti. Noi non possiamo interrompere il viaggio, ma possiamo imprimergli una destinazione. Non possiamo fermare il cambiamento, ma possiamo guidarlo verso un atterraggio più morbido. 

  1. La situazione attuale del mondo

Quindi dove si va da questo punto in poi? Dove possiamo andare? Che si concordi o meno sul perché il mondo è cambiato, resta il fatto che è così. Anziché essere un cambiamento che sta seguendo il suo corso, pare che quello che noi tutti stiamo vivendo ora sia appena iniziato e stia accelerando. Probabilmente sta succedendo più in fretta di quanto chiunque potesse immaginare, più in fretta perfino di quanto i visionari potessero immaginare, e certamente più in fretta di quanto non si riesca a documentare. Questo sembra essere il punto della nostra “resa dei conti”. Per noi, è là dove la somma spirituale e scientifica di tutto ciò che diciamo di essere, e di tutto ciò che affermiamo essere vero nella nostra vita, deve “fare i conti” con la vita e con il suo futuro. Si tratta di una strada che ci può portare solo in due posti: o spianerà il terreno per portarci verso il nostro destino, o ci imprigionerà nel nostro fato. Ben presto sapremo quale strada abbiamo scelto noi personalmente e il mondo intero.

Esistono, infatti, cinque aree di crisi principali, sulla quale ti invito a riflettere:

  1. Una popolazione mondiale insostenibile

  2. Il mutamento climatico

  3. Una crescente carenza di cibo e di acqua potabile

  4. Un allargamento del divario fra povertà e ricchezza, salute e malattia, analfabetismo e istruzione

  5. Una crescente minaccia bellica e il rinnovarsi del rischio di una guerra atomica.

Ciascuna crisi, da sola, è potenzialmente in grado di porre fine alla civiltà, e perfino alla vita, come oggi le conosciamo. Ciascuna delle cinque aree di crisi delineate si sta già verificando, ciascuna ha stabilito quella che si potrebbe configurare come la traiettoria di dove finirà per condurci, se non viene opportunamente gestita. Quando si tratta di queste cinque crisi identificate dalle migliori menti del nostro tempo, la scelta di non fare niente sarebbe quella che serve a dare potere agli esiti più oscuri della profezia, un fato di paura, guerra e morte.

Esiste una importante distinzione che diviene lampante quando si riflette sul fato e sul destino. Se, da un lato, possiamo concepire il fato in termini di gestione passiva delle sfide che abbiamo di fronte restando senza far nulla, dall’altro lato il destino è figlio dell’azione. Il nostro destino deve essere messo in moto per potersi realizzare. Nel caso delle crisi che ci sovrastano, mondiali e personali, quell’azione si presenta sotto forma di scelte che facciamo. Il destino è ciò che ci attende, come individui e come gruppo di persone, mentre facciamo le scelte che portano al raggiungimento del nostro più elevato potenziale.

Da tutto ciò nascono spontanee alcune domande che dobbiamo assolutamente porci in questo momento storico della nostra vita e del nostro pianeta. Cosa vogliamo che accada? Quale vogliamo che sia il destino della nostra vita, della vita delle persone che amiamo e del pianeta in cui viviamo? E ancora, come riusciamo a fare la scelta? Come possiamo compiere questa scelta?

  1. La Verità nascosta

Per poter rispondere concretamente ed efficacemente a queste domande occorre fare nostre definitivamente due grandi comprensioni, che ci conducono spontaneamente a fare delle scelte differenti da quelle attuali. La prima è che lo spazio intorno a noi, non è vuoto, come ancora afferma una parte della scienza, ma è rappresentato da un campo di energia che non è visibile all’occhio umano, ma che determina totalmente ciò che esteriormente accade nella nostra vita. La seconda comprensione è che la nostra esperienza interiore, cioè ciò che proviamo in termini di sensazioni ed emozioni, crea la nostra esperienza esteriore, cioè quello che realmente viviamo durante la nostra vita. Infatti, solamente dopo aver acquisito la consapevolezza di queste due comprensioni, ci rendiamo conto di essere dei partecipatori attivi, sia a tutto ciò che sta accadendo nella nostra vita personale, che a tutto quello che sta accadendo su questo pianeta. Ovviamente quanto sto affermando è stato scientificamente provato dalla nuova scienza, la fisica quantistica, che ci dice ancora che la materia fisica rappresenta solo il 4% dell’universo, il restante 96% è rappresentato dal Campo di Energia.

C’è un passaggio sottile che voglio evidenziare, perché è di fondamentale importanza arrivato a questo punto. Se esiste un campo di energia che ci unisce, che ci condiziona e che crea la nostra realtà e nello stesso tempo, la nostra esperienza interiore crea la nostra esperienza esteriore, questo sta a significare che noi siamo in grado di comunicare con questo campo di energia per generare e creare cio che vogliamo che accada nella nostra vita. Infatti il linguaggio in grado di comunicare con questo campo di energia è il sentimento che nasce nel nostro CuoreIl linguaggio del Cuore è il linguaggio del campo di energia.

Detto questo possiamo, senza ombra di dubbio, riappropriarci di quel potere interiore e creativo che è sempre appartenuto a ciascun essere umano, ma che nel tempo abbiamo smarrito e che ancora oggi non riusciamo a riprendere a causa delle nostre convinzioni su ciò che siamo veramente!!!

Che a te piaccia o no, sappi che quello che provi costantemente, in termini di sensazioni ed emozioni, durante la vita di tutti i giorni, sta generando in questo preciso momento la tua attuale realtà di vita. E ciò che provi dentro di te è una conseguenza diretta dei tuoi pensieri consci e inconsci. E che i tuoi pensieri nascono direttamente dalle tue convinzioni riguardo te stesso, la vita e il mondo che ti circonda.

Vuoi comprendere meglio quanto sto affermando? Ok, seguimi in questo processo. Se in questo momento della tua vita stai vivendo, esteriormente, una situazione difficile, un problema, un disagio è perché questa è conseguenza di ciò che stai provando dentro di te, da un periodo a questa parte o forse da sempre. E questo è conseguenza dei tuoi pensieri (del significato che stai attribuendo a ciò che stai vivendo) che a loro volta sono una conseguenza delle tue convinzioni e delle tue credenze (educazione ricevuta e acquisita). Diventando consapevole di tutto questo processo, tu hai il potere di riprendere in mano la tua vita e di portarla là dove tu vuoi che vada.

Ricorda: Lo Stato d’animo (emozioni) è creato dal tuo Pensiero, che a sua volta è creato da ciò in cui Credi. Ora, se vivi una vita facile, piena di soddisfazioni, di successo, di felicità e in uno stato di salute ottimale, è tutto ok!! Ma se non dovesse essere così, ora sai il perché e sai anche che è arrivato il momento di assumerti questa responsabilità, per il momento storico che stiamo vivendo, non solo noi, in quanto esseri umani, ma anche il nostro pianeta, per tutto ciò che ti ho spiegato in precedenza.

Di nuovo, dopo queste importanti comprensioni e considerazioni, che in tanti, forse troppi, ancora negano o ignorano l’esistenza, proviamo a porci le domande poste in precedenza. Cosa vogliamo che accada? Quale vogliamo che sia il destino della nostra vita, della vita delle persone che amiamo e del pianeta in cui viviamo? E ancora, come riusciamo a fare la scelta? Come possiamo compiere questa scelta?

  1. Il linguaggio del Cuore

Noi tutti possiamo imparare a comunicare con questo campo di energia utilizzando il linguaggio del nostro cuore. Gli scienziati hanno scoperto, che il potere è nel nostro cuore. Infatti, è il cuore che offre tutte le indicazioni al nostro cervello su come funzionare. In questo preciso momento, mentre leggi la mia lettera, il tuo cuore sta dialogando con il tuo cervello, la domanda è: quali segnali gli sta inviando? Lo puoi scoprire consapevolizzando le emozioni che stai provando ora.

Quindi, se è vero che lo stato d’animo è conseguenza del pensiero e che il pensiero è conseguenza delle convinzioni, è altrettanto vero che uno stato d’animo di amore, gratitudine, beatitudine molto intenso riesce a condizionare ciò a cui pensi e di conseguenza ciò in cui credi. In definitiva uno stato d’animo e un sentimento di amore che nasce direttamente dal tuo cuore può guarire tante tue ferite, può farti uscire dalle tue paure e infonderti quella forza e quel potere che tu stai ricercando in questo preciso momento della tua vita, e di cui il nostro pianeta ha bisogno per superare, nel miglior modo possibile, il passaggio da un ciclo ad un altro.

Ora, ti riporto alle considerazioni iniziali riguardo il momento attuale che stiamo vivendo e su quello che concretamente noi possiamo fare per sostenerci e sostenere questo passaggio.

  1. Il nostro impegno per una vita e un mondo migliore

Ci sono due spazi temporali, all’interno dei quali, tu puoi esercitare il tuo Potere Interiore e Creativo per realizzare il destino che vuoi per te, per le persone che ami e per l’intero pianeta.

Il primo è passato perché era quello che andava fino alla fine del 2012. Il secondo è quello dove ci troviamo a vivere già da qualche anno e che sta per terminare, visto che si chiuderà alla fine del 2016.Questo rappresenta il passaggio da un ciclo ad un altro. Il nostro pianeta sta subendo una serie di cambiamenti, quasi tutti impercettibili a noi esseri umani, che sono generati a causa proprio della fine di questo ciclo che dura da 5.125 anni, e che stanno avendo un forte impatto sul campo elettromagnetico della terra, quello stesso campo che ci unisce e ci condiziona tutti (il campo di energia). In questo spazio di tempo che rimane prima della fine del 2016 occorre fare un grande lavoro: ASSUMERCI L’IMPEGNO e LA RESPONSABILITA’ della CREAZIONE di UN NUOVO MONDO attraverso un forte e intenso sentimento, di amore, pace, gratitudine generato dai nostri cuori, come se avessimo già realizzato ciò che vogliamo e che chiediamo per noi, per i nostri cari e per l’intero pianeta. Fatto in questo lasso di tempo ha una forte incidenza sullo stesso campo di energia che, come abbiamo visto in precedenza, realizza esteriormente, ciò che sentiamo interiormente. Quindi fai molta attenzione, su ciò che proverai e sentirai, dentro di te, su tutti quei sentimenti che ti accompagneranno in questi ultime settimane di quest’anno.

CIO’ CHE PROVERAI E SENTIRAI INTENSAMENTE, dentro di te, IN QUESTO LASSO DI TEMPO, AVRA’ UN FORTE IMPATTO SU QUANTO ENTRERA’ CONCRETAMENTE NELLA TUA VITA!!!

Una buona strategia è quella di scegliere in modo consapevole di fermarti in più occasioni, durante la tua giornata, per pregare e meditare, affinchè tu possa generare in modo consapevole quel sentimento nel tuo cuore, orientandolo verso ciò che vuoi. Questo sarà così potente da attrarre a te ciò che stai provando. Vuoi pace nella tua vita? Genera un sentimento di pace nel tuo cuore. Vuoi amore? Genera un sentimento di amore. Questo è un invito speciale che tu hai, perché in questo periodo sarai direttamente connesso con il Potere creativo dell’universo che ci unisce tutti e che unisce tutte le cose.

Se vuoi puoi unirti a noi, che il giorno 4 dicembre dalle 10,00 alle 20,00 a Tabiano Terme (Parma)vivremo insieme UN NUOVO GRANDE INIZIO attraverso la presentazione ufficiale di UN SOGNO PER DOMANI, il grande progetto che nasce con lo scopo di creare benessere ad ogni essere umano. Ci riuniremo tutti per un MEETING NAZIONALE di tutti i CUORI MUNAY e per aggregare anche coloro che sono importanti per noi. Lo faremo per pregare e meditare per la pace, la serenità, l’amore nei nostri cuori e per il mondo intero. Ma ci riuniremo anche per offrire a noi stessi le più grandi opportunità per lo sviluppo costante della nostra coscienza, aspetto questo fondamentale per poter avviare quel sistema di cambiamento che crea il destino per noi e per il pianeta che desideriamo.

Non perdere questa grande occasione. Sii consapevole, adesso più che mai, che tu sei l’artefice, non soltanto del destino della tua vita, ma anche di quello dell’intero pianeta.

Io ti ringrazio per l’attenzione che mi hai prestato e per il prezioso contributo che tu sceglierai di offrire!!

 

Grazie

Amore infinito per te

 

Chris

Share Button

Tagged as , , , ,



Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Continue reading


Please visit Appearance->Widgets to add your widgets here